Seguire i precetti buddisti non significa restare immobili, indifferenti, voltarsi dall'altra parte. Ecco come ogni precetto può trasformarsi in azioni virtuose che curano noi, rinfrancano il cuore e contribuiscono al benessere del mondo tutto.


Non è poi così difficile: non sono comandamenti, sono esortazioni ad un comportamento più equo, assertivo, compassionevole e proficuo per tutti. Personalmente, aderendo a questo 'stile di vita' -lo considero questo- ho tratto giovamento. Il continuo, costante 'praticare' tali abitudini, penetra in noi, come una buona tazza di té macha: rinfranca, riscalda, nutre, porta armonia e calore al cuore.
Sono finalmente riuscito ad aggiungere alle mie esperienze, il senso di soddisfazione, non derivante dall'esercizio dell'ego, ma proprio dal suo tramontare in favore di un nuovo corso. Qui, adesso, parte di un tutto #muchlove




Commenti

Post più popolari